La storia di Budo Clan

Il gruppo Budo Clan nasce tra il 2009 e il 2010 fondato dal Maestro Dario Bacci, al suo rientro in Italia dopo dieci anni di permanenza in Inghilterra, a Londra.

Dario ha cominciato lo studio delle arti marziali nel 1987 all’età di dodici anni con il kung fu tradizionale, praticando con costanza accademica per venti anni tutti gli aspetti dal teorico, al tecnico, all’agonistico. Parallelamente ha praticato a titolo di completamento la boxe per oltre cinque anni ed il sanda professionistico per oltre dieci.
Tra il 2001 e il 2002 ha iniziato la pratica del grappling insieme al combattente di Valetudo e MMA Tony Thompson in Londra per poi approdare al Brazilian Jiu Jitsu presso il rinomato Carlson Gracie Team nel Marzo 2004. Ha conseguito il grado di cintura blu nel 2006 e viola nel 2008. Già nel 2007 inizia a viaggiare per il Brasile a Rio de Janeiro, praticando regolarmente presso la Checkmat con Ricardo Viera e Alessandro Tomei.
Nel 2008 inizia lo studio con Leopoldo Pires e Mario Reis, uscendo dal Carlson Gracie Team.
Nel Maggio 2010 consegue il grado di cintura marrone e nel Novembre si reca in Porto Alegre per un mese di studio presso l’Accademia di Mario Reis.
Nello stesso anno ha la fortuna di incontrare ed iniziare lo studio con Mestre Jean Jacques Machado, una legenda vivente del jiu jitsu brasiliano, in Los Angeles.
Nel 2011 si classifica secondo agli Europei in Lisbona nelle marroni, nel Luglio partecipa al mondiale Master in Rio e dopo il Brasile si reca in Los Angeles di nuovo, dove in agosto consegue il grado di cintura nera direttamente da Jean Jacques Machado, essendo così tutt’oggi l’unica cintura nera in Europa della Jean Jacques Machado Academy.
L’attività di studio e sviluppo del jiu jitsu brasiliano da allora prosegue costantemente in mille forme:
Dario Bacci è dal 2011 anche Arbitro Internazionale Ufficiale IBJJF.
Nel 2012 si unisce in veste di Vice-Presidente al Maestro Federico Tisi, pioniere assoluto della disciplina in Italia, fondando l’Unione Italiana Jiu Jitsu (UIJJ) con mandato della stessa IBJJF, divenendo l’organo nazionale principale di sviluppo e regolamentazione del bjj.
Nel 2012 nasce il primo Campionato Italiano Open Ufficiale (Italian BJJ Open) nel grandioso Palazzetto dello Sport di Roma, organizzato da Budo Clan, oggi già alla 4° edizione.
Nel 2013 la IBJJF da incarico alla UIJJ di organizzare il Campionato Europeo NO-GI (senza kimono) in Roma, prima edizione 1000 atleti e seconda edizione 1400 da tutto il mondo, oggi alla 3° edizione.
Ogni anno presente in Brasile o Los Angeles per lo studio e l’approfondimento del jiu jitsu brasiliano, nell’agosto 2014 in Los Angeles Dario Bacci, dopo tre anni di ininterrotta attività di pratica, agonismo ed insegnamento, consegue il 1° grado nella cintura nera da Jean Jacques Machado.

Le Regole e La Filosofia

Budo Clan e Jean Jacques Machado Academy
Il Lignaggio della scuola Budo Clan è il seguente:
Mitsuo Maeda > Carlos Gracie > Helio Gracie > Rickson Gracie > Jean Jacques Machado > Dario Bacci
La pratica all’interno del Team Budo Clan rispetta e segue le regole e la filosofia autentica del jiu jitsu brasiliano così come praticato all’interno dell’Accademia del Mestre Jean Jacques Machado, nato e cresciuto in Rio de Janeiro, prima cintura nera di Carlinhos Gracie (Pres.te della IBJJF) attualmente cintura Coral (rossa e nera) conseguita per mano di Rickson Gracie. Le regole e la filosofia della pratica di questa disciplina sono tramandate dalla culla autentica di quello che si è evoluto dal judo e dal jiu jitsu tradizionali, conosciuto oggi a livello mondiale come BJJ, con un approccio più dinamico ed efficace alla pratica tradizionale e noto oggi giorno anche per i risultati riportati dai numerosi combattenti che si cimentano nelle MMA.

BUDO CLAN
PRINCIPI E REGOLE • LUGLIO 2015

1) Il jiu jitsu è per tutti.

2) Impara attraverso la ripetizione dei movimenti. Ripeti centinaia di volte, non decine né unità. Il tuo apprendimento matura attraverso la pratica di anni, non mesi né settimane.

3) Nel jiu jitsu è importante imparare tecniche nuove e migliori, ma è più importante migliorare ed imparare nuovamente le tecniche che già conosci.
(Nel jiu jitsu non esistono tecniche avanzate. Sono tutte tecniche base, è l’esecuzione a renderle avanzate. cit. Jean Jacques Machado)

4) Qualsiasi grado conseguito in Budo Clan non avrà mai nessun costo in soldi, ma avrà un costo da pagare in sudore sul tatami dell’accademia o della gara. Il tuo grado è il tuo risultato e i risultati non vengono garantiti ma vengono conquistati.
La conquista dei risultati ha dei simboli, tra questi ci sono i diplomi ma anche le medaglie.

5) L’avversario più forte che incontrerai mai è dentro di te. E’ una parte di te, è un esperto di ciò che non si può fare, sa bene come e dove mettere dei limiti, è uno che sa convincerti a rinunciare. Quanto prima impari a conoscerlo e a gestire i suoi attacchi, tanto prima ti rimarranno solo avversari meno forti della tua stessa volontà.

6) Valuta il tuo jiu jitsu da quante circostanze crei e cerchi per poterti allenare con chi è più bravo di te.

7) Il miglioramento si basa sul credere di poter fare. Pensando di non essere in grado si persegue lo stallo e il peggioramento. Non affidarti troppo al colore della cinta. Onora e rispetta la tua cinta e quella del tuo avversario, ma non crederle troppo. Crediti più forte di ciò che sei, lavora duro e costantemente, anche contro mille difficoltà e riuscirai a crederti più forte sempre più spesso. Così lo crederai sempre, fino ad esserlo, infine, realmente.

8) Sii versatile e insieme rigido. Impara che a volte fare nulla è tutto, altre volte fare tutto serve a nulla. Impara a scegliere esattamente cosa fare e l’istante in cui farlo.
(Considera sempre che il tuo avversario sarà più grande, più forte e più veloce di te, così imparerai ad affidarti alla tecnica, al tempismo e alle leve, piuttosto che alla forza bruta. cit. Helio Gracie)

9) Sii sempre rapido e disposto ad imparare da chiunque, cauto e modesto nel voler insegnare a chiunque. Dimostra sempre sincero rispetto al tuo compagno di allenamento e chiama sul tatami il tuo insegnante con il grado di cintura nera con il titolo di Professore o Maestro. Non riconoscere mai nessun grado a nessuno se non hai conseguito il grado di cintura nera. Non accettare nessun grado da nessuno che non sia il tuo insegnante Budo Clan cintura nera.

10) Coltiva e ricerca sempre il momento del satori, l’illuminazione, mettendo in conto che dovrai attraversare il buio se vorrai un risultato degno di tale nome.

Unione Italiana Jiu Jitsu (UIJJ) e International Brazilian Jiu Jitsu Federation (IBJJF)

logo_uibjj

 

La UIJJ è l’organismo demandato dalla IBJJF che si occupa dello sviluppo e della regolamentazione del Jiu Jitsu Brasiliano in Italia. Il Maestro Dario Bacci è parte integrante dell’organigramma della UIJJ, che vede il Maestro Federico Tisi come Presidente e Dario Bacci Vice-Presidente.
Budo Clan è affiliata alla UIJJ, rispettando le linee guida e il regolamento internazionale attualmente vigente. L’affiliazione garantisce agli atleti l’ufficialità del percorso didattico e dei riconoscimenti, ma anche la partecipazione ai maggiori eventi presenti nel calendario nazionale ed internazionale.